Preparazione all'esame
Scegli Esame

Molteplici sono le cause che concorrono ad ottenere il buon risultato dell’esame di laboratorio. Tra di esse rilevante importanza riveste la corretta preparazione del paziente all’esame cioè al prelievo del sangue e alla raccolta del campione biologico da sottoporre all’esame. Per queste ragioni è opportuno fornire agli interessati le informazioni sul comportamento da osservare nei giorni precedenti ed in quello del prelievo/raccolta del materiale da sottoporre ai comuni esami di laboratorio.
Per indagini particolari vanno presi accordi diretti con il personale che fornirà le opportune informazioni.

Prelievo del sangue

PRIMA DELL’ESAME
1. A digiuno dalla mezzanotte precedente (tollerata solo minima quantità d’acqua) e non eccessivamente protratto (oltre le 24 ore) 2. Si suggerisce di astenersi dal fumo ed evitare stress.

PRELIEVO
1. Il prelievo va eseguito in posizione seduta standard salvo diversa indicazione da parte del medico del laboratorio al quale va richiesto se si desidera stare distesi.
2. Informare il prelevatore dell’esistenza di stati morbosi intercorrenti non inerenti al motivo richiesto (febbre, stato influenzale).

DOPO IL PRELIEVO
Il paziente deve, mantenendo il braccio disteso, comprimere con accuratezza e per qualche minuto il tampone di cotone posto sul punto del prelievo anche se tale tampone è fissato con cerotti. Questa operazione deve essere eseguita soprattutto se è in corso terapia con anticoagulanti.
L’agire in modo affrettato può causare sanguinamento o la comparsa di un locale ematoma. Quest’ultimo raramente raggiunge importanza; è tuttavia consigliato, in caso di sua comparsa, di rivolgersi al laboratorio o al proprio medico: si provvederà ad effettuare un’adatta medicazione.

CURVA GLICEMICA
Occorre prendere appuntamento presentando il risultato di una glicemia eseguita di recente oppure effettuare l’esame della glicemia di base, il giorno precedente l’effettuazione della curva. Al paziente adulto a digiuno vengono somministrati per bocca 75 gr di glucosio dopodiché vengono effettuati sei prelievi di sangue ad intervalli di 30 minuti uno dopo l’altro.

CURVA GLICEMICA (per gravidanza)
Tale esame si effettua normalmente sulle donne in gravidanza e consiste in tre dosaggi del glucosio nel sangue da effettuarsi nell’ arco compplessivo di due ore nella mattinata (il secondo prelievo dopo l’assunzione per bocca di 75 gr di glucosio). Tale esame prevede che venga preventivamente esibita una glicemia con valore non superiore a 92 (glicemia fatta in gravidanza).

 

Esami delle urine

Urine

ESAME COMPLETO (chimico – fisico – microscopico)
Prima di effettuare la raccolta: LAVARSI LE MANI E LOCAMENTE CON SAPONE NEUTRO. Il campione va raccolto al mattino (preferibilmente); esso va posto in un contenitore idoneo, monouso (lo si può acquistare in farmacia o presso il laboratorio) fornito di etichetta sulla parete e consegnato in laboratorio al più presto. Non si accettano contenitori improvvisati.

URINE DELLE 24 ORE (per esami particolari)
Modalità di raccolta: alle 7 del mattino urinare scartando l’urina emessa, da quel momento tutte le urine emesse vanno raccolte in un contenitore, ben pulito e di adeguata grandezza (lo si può acquistare in farmacia) includendo anche l’ultima quantità alle 7 del mattino successivo. Durante la raccolta il contenitore deve essere mantenuto in frigo (+4° C). Il campione completo va consegnato in laboratorio il più presto possibile. Va consegnato solo un campione dell’intera raccolta (non l’intero contenitore) annotando la quantità totale di urina raccolta nelle 24 ore.

ESAME COLTURA DELLE URINE (URINO COLTURA)

Prima di effettuare la raccolta: LAVARSI LE MANI E LOCAMENTE CON SAPONE NEUTRO. Il campione va raccolto al mattino (preferibilmente); il primo getto va eliminato e deve essere raccolto il mitto intermedio.  La raccolta va fatta in un contenitore STERILE acquistabile in farmacia o ritirabile in laboratorio. Il campione va  fornito di etichetta sulla parete e consegnato in laboratorio al più presto possibile. Non si accettano contenitori improvvisati.

CITOLOGIA URINARIA
La raccolta si effettua su contenitori speciali da ritirare presso il Laboratorio.

 

Esami delle feci

 

ESAME COMPLETO DELLE FECI
ESAME PER LA RICERCA DEI PARASSITI E DELLE LORO
UOVA
Dalle feci emesse, prive di urine, raccogliere in un contenitore idoneo
piccole quantità corrispondenti globalmente ad una noce, ponendole
successivamente nell’apposito contenitore dotato di paletta (lo si può
acquistare in farmacia o richiederlo al laboratorio). Nei bambini piccoli il
campione può essere raccolto direttamente dal pannolone. Se durante la raccolta
si osserva sospetta presenza di vermi o di parte di essi, raccoglierli nel
contenitore o in un contenitore a parte segnalandoli alla consegna.
Per la  ricerca delle uova degli ossiuri si deve utilizzare lo Scotchtest (test di
Graham). In questo caso chiedere istruzioni all’accettazione.

RICERCA DI SANGUE OCCULTO NELLE FECI
La raccolta del campione segue le modalità sopra
descritte, evitare il periodo mestruale.

ESAME COLTURALE DELLE  FECI
Evitare di eseguire l’esame durante terapia antibiotica o dichiarare, in
accordo con il medico curante, se essa è in corso. Da feci emesse, prive di
urine, in una padella pulita, raccogliere con la spatolina dell’apposito
contenitore sterile, una piccola quantità di feci. Chiudere accuratamente il
contenitore e recapitare rapidamente in laboratorio.  Da persona qualificata il                                                                                           campione può essere raccolto con tampone rettale ed inserito nell’apposito
terreno per il trasporto.

 

Pap test

Viene effettuato dalla 10° alla 20° giornata del ciclo.

Nei due giorni  precedenti l’esame è necessario sospendere

qualsiasi terapia antibatterica locale o lavanda.

Esame del secreto vaginale

Non effettuare l’esame durante il ciclo e sospendere nei 5 giorni precedenti
l’esame la terapia antibiotica o comunque somministrata e l’uso di
disinfettanti.

Tampone faringeo

Occorre presentarsi al laboratorio digiuni, senza essersi lavati i denti.
Avvertire il medico prelevatore se sono in corso terapie antibiotiche o
chemioterapiche.

Breath test

BREATH TEST (Test del respiro per la ricerca di Helicobacter pylori)

Nota informativa al Paziente per l’esecuzione del test respiratorio con il metodo UREA C 13

Il digiuno non è rigoroso per il test, ma potendo, è preferibile osservare un digiuno di 7-8 ore. E’ invece fondamentale che sia eseguito dopo 4 settimane di sospensione di:

terapia antibatterica ed in particolare: Amoxicillina, Glaritromicina, Azitromicina, Tetraciclina, Metronidazolo, Tinidazolo.

• Sali di bismuto (De-Nol)

• Ranitidina bismuto (Elicodil, Pilorid)

e da almeno 1 settimana di sospensione di antisecretori:

• inibitori della pompa protonica (Omeprazolo, Lansoprazolo, Pantoprazolo)

• H2-anatagonisti (Cimetidina, Ranitidina, Famotidina, Nizotidina, Roxatidina) ed antiacidi (Maalox).

Il metodo diagnostico non è invasivo. Esso consiste nel somministrare per bocca alcune sostanze diagnostiche e nel soffiare con una cannuccia in una provetta, nei tempi indicati.

Il materiale usato (C13) è un isotopo naturale, non radioattivo e quindi assolutamente senza alcun rischio, sicchè il test può essere praticato nei bambini e nelle donne gravide.

Durata del test pochi minuti, con intervallo di 30 minuti. Durante la prova il paziente deve rimanere seduto a riposo senza mangiare né bere né fumare, seguendo le istruzioni del personale addetto.

La risposta viene consegnata dopo 15 giorni lavorativi.

Esame microbiologico del secreto uretrale

Note informative per il paziente che deve sottoporsi ad esame microbiologico del secreto uretrale

Il prelievo va eseguito in laboratorio previo appuntamento.

L’indagine non può essere eseguita in corso di terapia antibiotica generale o locale (salvo diversa indicazione del curante).

La terapia antibiotica deve in ogni caso essere stata sospesa da almeno 4 giorni.

Anche l’uso di disinfettanti generali e locali deve essere stato sospeso da almeno 2 giorni.

Il paziente deve arrivare all’appuntamento con un intervallo minimo di 2 h dall’ultima minzione.

Al termine del prelievo si consiglia di bere 3-4 bicchieri d’acqua.

 

Spermiogramma

ISTRUZIONI PER L’ESAME DEL LIQUIDO SEMINALE

(SPERMIOGRAMMA)

Astinenza (continenza) da un minimo di 3 giorni ed un massimo di 5.

Raccolta del liquido in un vasetto sterile (contenitore per urocoltura).

La raccolta viene effettuata a casa (se il campione arriva entro un’ora dalla raccolta), o in laboratorio.

L’esame viene fatto solo su appuntamento.

Compilazione di una scheda al momento della consegna del campione.

Scarica il Documento
Scheda da Presentare alla Registrazione

Escreato

ESAME CITOLOGICO DELL’ESCREATO

L’escreato (o sputo) va distinto dalla saliva.

L’escreato è il prodotto di muco e cellule espulse con la tosse (spontanea o provocata) dall’albero bronchiale.

La raccolta va eseguita al mattino.

Usare un contenitore a bocca larga.

Dopo qualche colpo di tosse il paziente raccoglie il materiale che “sente” provenire dalla trachea – bronchi, evitando per quanto possibile di raccogliere la saliva.

Drug Test

Questo esame prevede la raccolta di urine in presenza di operatore sanitario qualificato. Si effettua su appuntamento.

Bisogna presentarsi all’appuntamento con un documento di identità e il tesserino sanitario plastificato (azzurro).

E’ necessario presentarsi con vescica piena (almeno due ore) e saper riferire i farmaci che si assumono.

Al termine dell’esame,  viene redatto un verbale di raccolta urine.

Omocisteina
HB Glicata

Molteplici sono le cause che concorrono ad ottenere il buon risultato dell’esame di laboratorio. Tra di esse rilevante importanza riveste la corretta preparazione del paziente all’esame cioè al prelievo del sangue e alla raccolta del campione biologico da sottoporre all’esame. Per queste ragioni è opportuno fornire agli interessati le informazioni sul comportamento da osservare nei giorni precedenti ed in quello del prelievo/raccolta del materiale da sottoporre ai comuni esami di laboratorio.
Per indagini particolari vanno presi accordi diretti con il personale che fornirà le opportune informazioni.